Press "Enter" to skip to content

Come è passato il “Lipsia”?

Come è passato il “Lipsia”?

Uno dei motivi principali per la sconfitta nella prima partita non è il solito schema in 3 CZ, che non è stato completamente elaborato. Il fatto è che inizialmente sono usciti quattro difensori, solo un nominale PZ Sakai ha giocato la terza posizione centrale.

L’intero fianco rimase Sarah, anche se sul lato opposto c’erano Amavi e Okampos. Ciò ha notevolmente complicato la via d’uscita da sotto pressione, poiché il tiro di attacchi da “OM” è sempre a destra, dove un giocatore era abbastanza banale.

L’unica soluzione qui era di nuovo Piet. Ha spesso agito da ala, aprendo al limite. Ma poi il centro del campo ha sofferto, dal momento che la ZPZ non è sempre salita in alto temendo i contrattacchi.

Nella seconda tappa, era il contrario. Lo stesso schema con tre CZ, ma con fianchi destro e sinistro sinistro saturi. Fino al 28 ° minuto Sakai ha giocato a CZ, e il fianco destro ha saturato Sarr e Thoven. E dopo l’infortunio Bono Sakai è diventato un laterale, e il suo posto nel centro di difesa ha preso il rilascio sul campo di Remy.

Il principale svantaggio di “Marsiglia” è un gioco di difesa debole. E prima di tutto riguarda la zona di supporto. Quindi, il primo obiettivo mancato dai “tori” – la conseguenza degli stessi difetti Sanson. Si strappò alla pressione e diede la palla ad Augustin tra le linee. Di conseguenza, è stato interrotto da questo passaggio e non ha avuto il tempo di chiudere la sua zona quando ha tirato in area di rigore.

Non avere fretta di indossare “Atletico”. “Marsiglia” – il favorito ombra della foto di Europa League: obiettivo

Ma Garcia può minimizzare il numero di tali errori. Di solito in difesa, “Marsiglia” gioca 4-4-2 e l’intero centro del campo si trova sui due giocatori del centro (l’APZ gioca in prima fila con l’attaccante). Gli alianti giocano contro i terzini.

In risposta al “Lipsia” con lo schema di tre CZ, è stato possibile saturare il centro spostando i centrocampisti laterali lì. Pertanto, nel centro si è rivelata un’unità molto compatta che ha bloccato l’aria all’avversario. Tuttavia, era molto mobile e poteva essere ricostruito a seconda della direzione dell’attacco, “Leipzig”.