Press "Enter" to skip to content

In primo luogo, è stato l’attaccante “Valencia”

In tali condizioni, il sogno di saltare sopra la testa di Azar e il centro stella in avanti del tipo Lewandowski-Benzema non è molto vecchio, e le sue qualità di gioco in Real sono conosciute e apprezzate.

Invece, Lopetegi ha deciso di diversificare la composizione allo stesso modo della squadra nazionale spagnola. Quando sceglie un nuovo giocatore che rafforzerà l’attacco, è stato guidato non dallo status e dalla fama, ma dalle qualità che gli permetteranno di aggiungere più opzioni. Nelle “furie rosse” c’era l’ariete di Diego Costa, losco Aspas di Iago e capace di disperdersi nello spazio libero di Rodrigo.

“Reale” non vale la pena di soffermarsi sulla magia del settimo numero. Dallo a Diaz – correttamente Foto: Real, AS

In primo luogo, è stato l’attaccante “Valencia” a diventare l’obiettivo del “cremoso”, ma è stato richiesto così tanto che è stato necessario prendere in considerazione le alternative. Alla fine, “Real” ha di nuovo scioccato coloro che hanno ancora l’abitudine di pensare che Peres becca tutto ciò che luccica.

Mariano Diaz è tornato a Bernabeu. Solo un anno fa, il ragazzo si è trasferito al “Lyon”, perdendo la speranza di irrompere nella base, ma quasi immediatamente ha detto che il cambeck nel “Real” sarà per lui l’incarnazione di un sogno.

Così è successo, e inoltre, Diaz ha ottenuto il settimo numero. È ovvio che sarebbe idiota chiamare un tale giocatore – un erudito, elegante, ma non esclusivo – erede di Ronaldo. La maggior parte di coloro che sono interessati al calcio nei fine settimana, non ha mai sentito parlare di questo calciatore.

Non esiste una linea di continuità, Diaz si presenta come un simbolo del nuovo “Real”, che si basa più sulla variabilità e sulla diversità, piuttosto che sui bagliori dei singoli giocatori. Ora, se Benzema, come all’inizio della scorsa stagione, ha una stitichezza in termini di punteggio, l’allenatore avrà l’opportunità di cambiare la velocità e lo stile dell’attacco in una mossa rilasciando Mariano.