Press "Enter" to skip to content

La prima visione a vite senza fine di Sky cattura gli uccellini al debutto in Open

 

Onnipresente alla stazione per il quale lavora regolarmente nell’accumulazione del torneo, è stato fatto molto per dire a Monty che è stato concesso l’onore di colpire il primo drive al Royal Troon, il corso in cui ha imparato il gioco.Avendo stretto per poco il fairway con quello, è stato il suo secondo e terzo tiro a provocare le prime risatine mattutine.

Dopo aver inviato il suo approccio in un bunker profondo ci si aspetterebbe che si fosse macchiato ad un certo punto durante le molte migliaia di colpi che ha quasi certamente giocato a Troon, Monty ha fallito nel suo primo tentativo di districarsi dalla sabbia prima di concedere la sconfitta e giocare quello che in seguito avrebbe descritto come il suo “colpo di scena”, fuori dalla porta laterale, lasciare un insidioso su e giù per un six-bogey six.

Non era certo l’inizio che aveva immaginato e una mattinata scozzese meravigliosamente limpida sembrava correre il rischio di essere avvolta da una nebbia rossa in arrivo.Per fortuna, lo scozzese si è dato da fare per riprendersi e fare il giro di livello prima di tornare al box dei commenti per il suo secondo turno di una giornata impegnativa. Rory McIlroy è felice di porre una minaccia da radar a Masters | Ewan Murray Per saperne di più

Precluso di recitare per infortunio, Ian Poulter ha anche prestato la sua esperienza e non ha dovuto aspettare molto per fare impressione. “Non c’è nessuno migliore nel gioco intorno ai green di Luke Donald, ha un tocco incredibile”, ha osservato, mentre il suo compatriota era pronto a superare la palla ai margini del quarto green.Il destino debitamente tentato, Donald ha proceduto a dimostrare il tocco di un acchiappasogni di strada e si è lasciato ben corto dalla spilla. “Grazie Luca,” borbottò un Poulter insolitamente imbarazzato, mentre i suoi compagni ospiti Paul McGinley e Butch Harmon lottavano per contenere la loro gioia.

Oltre al canale Open dedicato di Sky, copertura aggiuntiva dei buchi 6, 7 e 8 può essere trovato “dietro il bottone rosso”, dove si nascondono anche gruppi di giocatori famosi. Tutto è disponibile anche nell’app complementare, ha rivelato Gallagher, che ci ha anche invitato a tenerci aggiornati sul blog live di Sky, sull’app per dispositivi mobili e sul sito web.Per gli appassionati di golf che si trovano nella sfortunata posizione di non essere in grado di dedicarsi a infinite ore accasciati su una poltrona, l’intera shebang è disponibile anche su Sky Go.

Come normali spaccati alle dune di sabbia sollevate , il pallido cielo coperto di nuvole e le acque blu più scure del Firth of Clyde hanno dimostrato, il canale sportivo è stato dotato di una posizione di straordinaria bellezza a cui fare il loro arco aperto e hanno completato questi beni naturali senza carenza di doohickies tecnologici tra cui overhead ” camme a filo “e diversi equivalenti comparativamente sotterranei che offrono una vista a vite senza fine da cui catturare i primi uccellini. Vincere un maggiore non è qualcosa per cui perdo il sonno, dice Lee Westwood. Per saperne di più

Come i primi trio erano introdotto da David Lancaster, uno dei due nuovi antipasti ufficiali del primo tee con il compito di riempire le ghirlande di Ivor Robson, gran parte del focus è rimasto sullo studio Sky che si affaccia sul primo green, dove David Living Stone ha avuto il compito abbastanza semplice di guidare una chiacchierata golfistica amichevole e informativa tra Harmon, McGinley e Poulter, che si sono alternati per unirsi a Sarah Stirk per l’analisi sul monitor a schermo tattile obbligatorio.

Non è il solo il gizmo che hanno preso in prestito dal dipartimento di calcio, dopo aver pressato alcuni o forse tutti gli Open field per filmare quei profili introduttivi in ​​cui i giocatori camminano verso la telecamera, guardano giù per la canna e ogni tanto sorridono.Il semplice tocco di un pulsante ha portato Jordan Spieth, Shane Lowry e Justin Rose a materializzarsi davanti a Stirk e Harmon, un’impresa resa ancora più impressionante dal momento che i tre uomini in questione si stavano esercitando contemporaneamente sul campo pratica.

Per tutte queste campane e fischietti, c’è poco di nuovo qui. Sky è stato a lungo a coprire il golf e farlo così bene, pur rimanendo costantemente ostacolato dalle frequenti interruzioni pubblicitarie, i presentatori assortiti ei commentatori si sentono ripetutamente costretti a sottolineare che dureranno solo “un minuto”.Con così tante di quelle interruzioni utilizzate per l’auto-promozione interna, non si può fare a meno di sentire che Sky potrebbe meglio affezionarsi agli abbonati tagliando i loro sforzi per consigliarci sul modo migliore per “guardare gli spettacoli che ami” e trasmettendo più dello spettacolo che abbiamo pagato attraverso il naso per vedere.