Press "Enter" to skip to content

Usain Bolt promette di non lasciarlo in ritardo contro Justin Gatlin a Rio

Chi si trova vicino al giamaicano, che corre per oltre 200 metri, dice di essersi ripreso dallo strappo del bicipite femorale che lo ha costretto a ritirarsi dalle prove giamaicane all’inizio di questo mese. E, in silenzio, si aspettano che vinca in un tempo da circa 19,8 secondi – il che non deve essere annusato.Non ferirà neanche che lo Stadio Olimpico sia stato relegato con la stessa traccia di Mondo velocissima che verrà usata a Rio, o che le temperature dovrebbero stare comodamente a metà degli anni ’20.

Bolt, comunque, sta già guardando oltre la corsa e verso il suo scontro molto atteso con Justin Gatlin, che ha battuto per 0,01 secondi ai Campionati del Mondo a Pechino l’anno scorso, quando l’americano ha inciampato raggiungendo la linea.

“Quest’anno non sarà lo stesso “, ha avvertito Bolt. “Sono molto più in forma, quindi non lo lascerò all’ultimo secondo.Non vedo l’ora di andare laggiù e fare del mio meglio per mettere in scena uno spettacolo per il mondo intero. “

C’era anche un sottile, ma inconfondibile, spavento sulla forza d’animo mentale di Gatlin sotto pressione . “Penso di essere decisamente un concorrente difficile mentalmente”, ha detto Bolt. “L’anno scorso Gatlin non era pronto. Era la prima volta che veniva inseguito. Di solito era lui a rincorrere. O stava vincendo di gran lunga, ma questa volta aveva un avversario forte che ero io.È stato difficile per lui. “

Bolt crede di essere stato in grado di tornare così rapidamente dall’infortunio al bicipite femorale a causa di una visita attraverso l’Atlantico al suo controverso medico Hans-Wilheim Müller-Wohlfahrt, a cui è affezionato iniettando il sangue e il miele dei vitelli nei suoi pazienti. “I miei muscoli posteriori della coscia sono buoni, non ho problemi in questo momento”, ha detto. “Il dottore ha fatto un ottimo lavoro. Il 200m è il mio evento preferito e so di essere in buona forma. Sto cercando di correre un vero e proprio digiuno. “Facebook Twitter Pinterest Un fiducioso Usain Bolt dice di essere sopra l’infortunio al bicipite femorale che lo ha costretto a uscire dalle prove giamaicane del mese scorso.Foto: Stephen Pond / Atletica Britannica via Getty Imag

Bolt dovrebbe avere pochi problemi contro un campo che include il britannico Adam Gemili e Danny Talbot e il leader della Diamond Race Alonso Edward di Panama. E questo era il suo stato rilassato che anche la prospettiva di perdere la medaglia d’oro olimpica del 2008 dalla staffetta 4x100m di Pechino – se il test del suo connazionale Nesta Carter fallito è confermato – non sembra essere stato un duro colpo. Poi di nuovo, Bolt ha altre cinque medaglie d’oro olimpiche nel suo medagliere.

“Sarà un po ‘deludente perdere la medaglia, ma le regole sono regole”, ha detto. “È solo una di quelle cose.Negli anni ho dimostrato di essere il più grande atleta e questa è la cosa più importante. “

Oltre 50 medaglie olimpiche, mondiali e paraolimpiche parteciperanno ai Giochi Anniversari, che si terranno venerdì e sabato , tra cui molte delle più grandi speranze di medaglia della Gran Bretagna per Rio come Mo Farah, che corre nei 3.000 metri di sabato, e Jessica Ennis-Hill che affronta i 100 metri ostacoli di stasera e il salto in lungo domani.

L’americano L’ostacolista di 100 metri Kendra Harrison, che affronterà Ennis-Hill, crede di poter stabilire un record mondiale nello stadio avendo corso il secondo miglior tempo della storia all’inizio di quest’anno. “Mi sento come se fossi in buona forma, e andrò per il record del mondo”, ha avvertito.

Potrebbe non essere l’unica.Il campione olimpico di salto in tripletta Christian Taylor crede che una sfida al record mondiale 18.29 milioni di Jonathan Edwards, che dura da più di 20 anni, potrebbe non essere al di là di lui.

“Incrociamo le dita se può restare asciutto, Penso che sia possibile “, ha detto. “Questa è la mia mentalità. Perché non farlo sul suolo di casa di Edwards? “